spinner

Come fare un
Albero di Natale

Guida per imparare a decorare l'albero di Natale

Piccolo albero di Natale con materiali di moda, piume bianche alternate decorazioni di cristallo e a palline che vanno dal bianco al color caffelatte

Questa guida è dedicata sia a chi si prepara a fare il suo primo albero di Natale sia ai più esperti che sono alla ricerca di nuove idee o vogliono semplicemente modificare il loro tradizionale allestimento.
Prenderemo in considerazione la scelta dell'albero relativa a forma e dimensioni, l'imbarazzo nella decisione tra albero sintetico e vero e poi i vari tipi di decorazione e per finire quali lucine preferire e dove posizionarle.
La guida non è certo esaustiva. Le idee per decorare l'albero di Natale sono tantissime e noi non siamo depositari di tutto lo scibile sugli alberi di Natale ma mettiamo al vostro servizio l'esperienza accumulata in dieci anni nell'arte della decorazione a scopo commerciale. Arte che però affonda le sue radici in epoche anche precedenti.

Fase 1. Di quanto spazio dispongo?

Questa è la prima domanda che vi dovete fare e sicuramente è la più importante quando si deve acquistare un albero di Natale.. Ben diversa la situazione se dobbiamo decidere per la nostra abitazione oppure per spazi più complessi come un negozio, l'ingresso di un ristorante o di un albergo o addirittura i percorsi all'interno di uno spazio commerciale. Cominciamo con i grandi spazi per poi esaminare gli appartamenti.

  • Grandi spazi. Sicuramente in questo caso ci si può sbizzarrire. Si può optare per un pino imponente con la punta rivolta verso l'alto oppure per un albero di Natale più moderno con la punta rivolta verso il basso e appeso al soffitto. Suggestivi entrambi ma attenzione al secondo. Va addobbato in modo completamente diverso da quello tradizionale. Li abbiamo visti adornati con uccelli dai lunghi piumaggi e dalle code lunghissime, con pendenti lunghi e scintillanti, con lunghi rami fioriti di seta inseriti tra i rami, con boa di piume e con lunghe piume fluttuanti ma francamente con pochissime palline classiche. Quindi pensateci bene se vi volete organizzare in tal senso. È sicuramente una decorazione natalizia alla moda e per alcuni aspetti affascinante ma comporta una spesa non indifferente che rischia poi di non essere ammortizzata se la moda dovesse cambiare. Noi li vediamo nelle fiere di settore già da qualche anno ma secondo noi stanno facendo fatica ad emergere proprio per i problemi che abbiamo appena elencato. Un'analoga fatica hanno fatto le decorazioni nere che ultimamente, visto il poco favore dei compratori, stanno gradualmente sparendo dai negozi. E meno male!
    Se avete grandi spazi noi vi suggeriremmo di scegliere delle grandi Corone dell'Avvento appese al soffitto. Vanno bene anche per negozi ed uffici. Possono essere decorate solo con pino e lucine e l'effetto è sensazionale e molto elegante. Tra l'altro le lucine ormai si trovano a batteria e non avete il problema di fili penzolanti per arrivare alle prese.
    Altra cosa simpatica per chi ha sempre grandi spazi e che troviamo ideale per gli ingressi in ristoranti, negozi e uffici: gli archi di pino, per lo più sintetici. Da decorare con lucine intermittenti nascoste, fiocchetti di un solo colore, stecche di cannella, piccole decorazioni con anice stellato. Semplici ma gradevoli e profumati!
  • Casa nostra. Qui spesso il problema è opposto. Negli appartamenti moderni è lo spazio a mancare. E spesso il classico albero di Natale non ci sta. E allora cosa fare? rinunciarci? assolutamente no. A parte che ormai si trovano anche deliziosi alberelli, così piccoli che si possono mettere sul tavolo o su un mobile. Avete visto quello che c'è sotto il titolo? consultate la pagina dove vi spieghiamo come fare un albero di Natale piccolo con colori e materiali di tendenza (colori nuovi per l'albero di Natale). Nella nostra pagina dedicata al Natale (Pianeta Natale) troverete molti altri esempi di alberi piccoli adatti a tutti i gusti.
    Non dimenticate poi che potete sempre togliere uno o più quadri e sostituirli nel periodo di Natale con un albero a parete sintetico (in genere metà albero a punta in su o in giù) oppure con un pannello costruito in casa (un albero di Natale appeso alla parete) o con una gerla da appendere sopra una porta. Non sarà il classico albero di Natale ma è comunque un bel segno natalizio.

Fase 2. Sintetico o vero?

Questa è un'altra questione molto seria. Ci sono molti fattori positivi a vantaggio di entrambi così come ci sono sicuramente degli aspetti negativi per tutti e due. Cerchiamo di elencarli nella maniera più oggettiva possibile anche se premettiamo che, secondo noi, sicuramente l'albero vero ha più fascino ma il pino sintetico è una scelta più ambientalista e viste le condizioni del nostro pianeta ....

  • Albero vero. In genere ce lo portiamo a casa con la sua zolla di terra o per lo meno pensiamo che sia così. In realtà le radici sono tagliate nella maggior parte dei casi per una questione pratica di volumi e una pianta del genere dovrebbe essere subito interrata sperando in bene. Invece cosa facciamo? la trasferiamo nelle nostre case caldissime e finiamo con il farlo morire in breve tempo nonostante lo mettiamo in vaso con terra nuova. Il nostro bel pino non continua a perdere aghi? e quelli che rimangono appesi alla pianta non diventano prima verdastri e poi giallognoli ...? e ci ricordiamo di bagnarlo a sufficienza e spesso? insomma un lavoro in più per noi donne ma questa è una riflessione diversa.
    Quando imperverversavano le lucine di vecchia generazione le sue foglie dovevano subire anche il trauma del surriscaldamento.
    Alla fine delle feste spesso le temperature sono basse e non possiamo interrarlo come dovremmo.
    A primavera lo ritroviamo irrimediabilmente secco.
    Sicuramente il pino vero è bello e profumato ma la morale qual è? abbiamo sottratto un'altra pianta al bosco, così importante nel ciclo del carbonio. Le piante con la fotosintesi clorofilliana sottraggono anidride carbonica all'aria e la trasformano in zuccheri indispensabili per la catena alimentare. Abbiamo bisogno di incrementare le piante e non di diminuire le superficie verde.
  • Albero sintetico. Sulla base di quanto abbiamo scritto appena sopra la scelta più consapevole e intelligente per la salvaguardia del nostro pianeta è l'acquisto di un pino sintetico. Ormai ce ne sono sul mercato di bellissimi.
    A volte costano molto cari. È vero. Ma è l'acquisto di una volta, spesa che si ammortizza rapidamente perchè il vostro pino durerà moltissimo.
    Non perderà aghi, non dovrà essere bagnato. Non ha bisogno di terra in cui cagnolino o gattino scavano buche e buchetti. Ha solo bisogno di un treppiede per tenerlo diritto.
    E una volta finite le feste di Natale ritirato nella sua scatola originaria con i rami piegati non occupa tanto spazio.
    E poi ... potreste utilizzarlo in altri momenti dell'anno. Per gli addobbi di primavera, di Pasqua, di Halloween. Guardate le nostre idee. L'albero di Pasqua con il coniglietto. L'albero di Pasqua con i fiori.

Fase 3. Quali addobbi?

Le risposte a questa domanda sono molteplici. Tante quanti i gusti personali, l'amore per certi colori o materiali, la predilezione per la tradizione o la ricerca di tutto ciò che fa tendenza anche nell'albero di Natale. Tentiamo di darvi qualche idea.

  • Sfere e addobbi di cristallo. Secondo noi sono affascinanti sia quelle molto vecchie che custodiamo gelosamente perchè ci ricordano la nostra infanzia sia quelle di oggi che però sono carissime. In entrambi i casi sono fragilissime e quindi supervietate nelle case con bambini piccoli. Le strisce dorate e argentate sono ormai obsolete. Sostituitele con i lunghi boa di piume che vanno tanto di moda in questi ultimi tempi. Sono abbastanza cari ma ne bastano pochi e poi possono essere utilizzati anche per altri tipi di decorazione. Guardate ad esempio come ne abbiamo utilizzato una (piume a Natale)
  • Sfere personalizzate. Se non sapete rinunciare ad addobbare il vostro albero con le classiche palline ma siete stanchi delle solite potete renderle più moderne personalizzandole soprattutto se sono a tinta unita. Provate a dare un'occhiata al nostro albero di Natale con le iniziali. Molto belle sono anche le palline gioiello la cui descrizione è nell'area riservata agli abbonati.
  • Nuove decorazioni glitterate. Con soggetti e colori diversi, spesso sono fatte in Cina e sono molto appariscenti. Poco care però e possono quindi essere sostituite facilmente. Evitate di metterne troppe tutte insieme. L'effetto non è elegante. Mescolate invece a fiori di seta, nastri a tinta unita e qualche altro decoro poco appariscente rendono l'albero complessivamente piacevole.
  • Bacche colorate. È un modo più moderno di addobbare l'albero di Natale ma non certo economico. Anche se si tratta spesso di rami e rametti sintetici i loro prezzi sono abbastanza alti. Noi ne abbiamo realizzato uno di piccole dimensioni (un alberello con le bacche rosse). Carino, decorativo e soprattutto senza lucine.
  • Arance e altri prodotti naturali. È secondo noi uno dei modi più belli di decorare l'albero di Natale. Il pino è un albero e in teoria dovrebbe essere addobbato con prodotti che richiamano la natura. Fette di arance essiccate, stecche di cannella, pigne, anice stellato ... Chiaramente sarebbe perfetto un pino vero ma abbiamo già detto come la pensiamo. Dobbiamo fare i conti anche con la situazione ambientale presente. Intanto vi proponiamo il nostro albero di Natale con le arance.
  • Angeli fatti a mano. Vanno per la maggiore. Molti li acquistano già fatti ma tantissimi si divertono a farli in casa. Provate a vedere i nostri (angioletti di Natale fatti a mano). Sono realizzati per creare un'ambientazione particolare ma nessuno vi vieta di prepararli pensando anche ad un gancetto per appenderli all'albero. Sono deliziosi!
  • Decorazioni di feltro. Apparse dapprima timidamente recentemente si sono moltiplicate. Noi le troviamo deliziose e ci siamo cimentati in un albero di Natale (l'albero di Natale della fatina) in cui abbiamo mescolato piccole decorazioni di feltro fatte a mano con perline e palline combinate con i colori dominanti. I bambini che lo hanno visto sono rimasti affascinati.
    E se invece della fatina fosse un elfo ad addobbare il suo albero di Natale? Anche questo è nuovo ed originale. Lo trovate nell'area riservata agli abbonati.
    E usando il feltro o il panno, se avete un minimo di abilità con ago e filo, potete anche cucirlo voi un alberello di feltro imbottito e impreziosito con cristalli di neve (alberello di panno con cristalli di neve).
    Abbiamo in cantiere altre idee ...
  • Idee originali e nuove. Se siete amanti delle decorazioni nettamente diverse ed originali vi consigliamo di dare un'occhiata alla nostra rete che diventa albero di Natale e al nostro modo di addobbare la fascina per le feste di Natale.

Fase 4. Dove e quando metto le luci e quali luci?

Anche in questo caso le risposte sono molteplici e dipendono prima di ogni altra cosa dai gusti personali e mai come in questo caso dal budget.

  • Quali luci? noi rispondiamo senza alcun dubbio che la scelta migliore oggi sono le luci led. Ormai sono presenti nel mercato con tutti i colori e i giochi di luce. Il risparmio energetico è garantito e salva anche il nostro portafoglio dal conto della luce che ogni anno per le Feste aumenta.
  • Di che colore? questo dipende molto dal vostro gusto. Sono belle quelle monocromatiche se l'albero è stilizzato e legato a pochi o un solo colore e quelle multicolor se il vostro albero è un tripudio di colori.
    Bellissime sono anche le lucciole chiare che ricreano l'effetto di un cielo stellato.
  • Quando e dove posizionarle? quasi sempre prima delle altre decorazioni. Subito quelle che volete mettere direttamente intorno al tronco per un effetto luminoso fantastico. Prima delle altre decorazioni anche quelle che volete poggiare all'interno dei rami. Dopo le altre decorazioni se volete che primeggino sulle altre decorazioni e siano molto esterne. Provatele sempre prima di proseguire la decorazione per controllare l'effetto e verificarne il funzionamento.
    Non vi è mai capitato, soprattutto alle prime armi, di completare tutto l'addobbo, chiamare la famiglia per l'accensione e ... rimanere con un palmo di naso?